- LA COMUNITÀ TOYOTA 4x4 -
 
facebookyoutubeIndiceSitowebCalendarioCercaRegistratiAccedi

Conquista il tuo spazio, segui la passione!


Benvenuto sul TT4x4 Forum. Registrati e accedi a servizi e convenzioni esclusive. Il TeamToyota4x4 sei tu!


- NOVITÀ FORUM -
Nuovo Mercatino e Gruppi Regionali

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Ultimi argomenti
» eccoci qua
Oggi alle 01:53 Da G5X

» PRESENTIAMOCI....
Oggi alle 00:16 Da clochardaggine

» Toyota Hilux sostituzione frizione
Ieri alle 21:52 Da iltico

» Ruggine Appenninica
Ieri alle 19:00 Da clochardaggine

» tipo olio idroguida?
Ieri alle 18:08 Da marcostv

» Passione Toyota. Segno di saluto e riconoscimento.
Ieri alle 08:55 Da taxidiver

» ecco il mio mulo HILUX SR5 2013
Ieri alle 08:17 Da missile

» Faretti led su bull bar
Ven 17 Nov 2017, 08:33 Da G5X

» Uso pick up immatricolato autocarro (versione 2016/agg 2017)
Ven 17 Nov 2017, 08:22 Da G5X

» Motociclisti nel TT4X4 - Le vostre MOTO
Gio 16 Nov 2017, 17:52 Da missile

» fari kzj90
Gio 16 Nov 2017, 17:50 Da missile

» differenziale autobloccante Russo
Gio 16 Nov 2017, 12:56 Da G5X

»  restyling 2018 per l'hilux si chiamerà ROCCO
Gio 16 Nov 2017, 10:56 Da G5X

» Consigli per catene da neve
Mer 15 Nov 2017, 10:35 Da missile

» PRIMI PROBLEMUCCI , aiutatemi a capire !!
Mar 14 Nov 2017, 22:25 Da clochardaggine

Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   
CalendarioCalendario
ultime discussioni
Mercatino annunci

Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password

Condividere | 
 

 Articolo di Autoruote 4x4 su allestimento Hilux

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
G5X
Amministratore globale
Amministratore globale
avatar

Messaggi : 2884
Data d'iscrizione : 04.11.15
Età : 43

MessaggioTitolo: Articolo di Autoruote 4x4 su allestimento Hilux   Mer 29 Giu 2016, 10:56

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Elaborazioni 4x4: Toyota Hi-Lux 3.0 Double Cab
Citazione :
Sonja Vietto Ramus | 26 luglio 2014 13:24
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Assetto  Oram  con  balestre  OME  Dakar  rinforzate,  serbatoi  supplementari  per  acqua  e  carburante,  e  tenda  da  tetto  Autohome  –  Queste,  in  sintesi,   le  caratteristiche  principali  di  questa  Toyota Hi-Lux  Double  Cab  protagonista  di  un  raid  di  10.000  mila  chilometri  tra  l’Italia  e  la  Mongolia.
 
Con l’elevata altezza da terra, le robuste sospensioni e le eccellenti capacità in off-road,[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] l’Hilux di casa Toyota (proposto in questo servizio tecnico e fotografico realizzato sulle colline bolognesi nella versione 3.0 Double Cab SR+) è già di per sé un pick-up inarrestabile.  Prodotto dal 1968 in più di 13 milioni di esemplari per soddisfare ogni esigenza legata al lavoro, al tempo libero e all’avventura, si può ben dire che abbia solcato tutte le strade del mondo, dalle regioni artiche e antartiche al Sahara, destreggiandosi perfettamente anche negli ambienti naturali più estremi.  Il telaio indistruttibile, che gli conferisce straordinarie capacità di carico, lo ha reso un fuoristrada adatto (per performance, affidabilità e dimensioni) a quei lunghi raid avventurosi che rappresentano il sogno nel cassetto per molti appassionati di viaggi a trazione integrale.  Una filosofia di vita, quella dell’Hilux, assolutamente perfetta per il romano Marco Ingiulla, 39enne impiegato in un’azienda per antifurti satellitari auto, volontario del soccorso alpino e del 118 oltre che irriducibile “globe-trotter” (con la sua compagna Chiara) per passione.  Dopo i primi tour off-road dietro il volante di una Land Cruiser KZJ90, per Marco scatta il colpo di fulmine per il pick-up simbolo del marchio Toyota.  Acquistato dal precedente proprietario nel 2009 il veicolo viene affidato poi alle cure degli specialisti della Totani Off Road de L’Aquila che, su sua precisa richiesta, lo allestiscono per affrontare i raid migliorandone ulteriormente le già ottime doti di affidabilità e confort.  Equipaggiato con accessori delle migliori marche del made in Italy (Oram Sospensioni per l’assetto e Autohome per la tenda da tetto) a cui se ne sono abbinati altri del panorama off-road internazionale (Old Man Emu per le balestre,  AFN per il paraurti anteriore…), questo pick-up dall’innata vocazione “vagabonda” non ha certo perso tempo affrontando un viaggio ai confini del mondo, quello dall’Italia alla Mongolia, con itinerario a road-book attraverso Slovenia, Ungheria, Ucraina, Russia e Siberia per raggiungere la leggendaria Ulan Bator dopo aver percorso 10.000 chilometri 4.000 su piste mongole.  “Robustezza e affidabilità sono stati, assieme alla buona tenuta di strada garantita ancora di più dall’assetto Oram & OME e alla capienza del cassone, i motivi per cui ho scelto di acquistare questo pick up destinato soprattutto ai viaggi”,  spiega Marco, “e il potente 3.0 che eroga 171 cavalli garantisce ottime performance su asfalto così come in off-road rendendolo un perfetto compromesso fra la guida in città e quella su percorsi a trazione integrale.  Se a questo si aggiunge la grande capacità di carico e il confort dell’abitacolo interno il gioco è fatto!”.  Un vero e proprio “coup de coeur” quello fra il giovane romano e l’inarrestabile pick-up giapponese tanto che alla domanda “quali sono i difetti dell’Hilux” la risposta scontata non può che essere “nessuno…se non un pò di polvere che entra nel cassone nonostante la copertura in alluminio”.  D’altronde trovare difetti ad uno che ti accompagna fino agli orizzonti di Gengis Khan non è affatto semplice.  Ecco i dettagli di allestimento interno ed esterno di questo robusto fuoristrada che ai fronzoli preferisce la sostanza.
 

Motore da 171 cavalli e doppia batteria Optima

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]Sul 4 cilindri in linea di 3 litri (siglato D-4D) da 171 cavalli non si può certo dire che manchi in potenza e coppia (necessarie per muovere con una certa disinvoltura l’Hilux sui terreni più impegnativi e con carichi da raid) tanto da non richiedere alcun tipo di intervento di modifica sul motore che è rimasto sostanzialmente  invariato ad eccezione dell’adozione  di uno snorkel della Safari, alloggiato sul lato passeggero, e di un pre-filtro per il gasolio della Racor modello 230R con cartuccia da 30 micron.  La batteria di serie dell’Hilux è stata sostituita con un’Optima gialla da 55 Ah a cui, vista anche la predisposizione del pick-up, se ne è affiancata una secondaria (sempre della stessa marca e amperaggio) per fornire adeguata alimentazione agli accessori supplementari (frigorifero in primis).  Per gestire al meglio le nuove utenze si è inoltre provveduto al montaggio di due scatole porta fusibili che trovano collocazione una sopra la batteria aggiuntiva e l’altra nel vano cassone.  Nel cofano motore si è poi scelto di alloggiare un “dual battery systems” grazie al quale la batteria primaria, e quella ausiliaria, sono collegate automaticamente per essere caricate mentre il motore è in modalità “on” attraverso il rilascio di 180 ampere (i relativi comandi di controllo sono vicino alla leva del cambio).  Ancora completamente di serie l’impianto di scarico.
 


Strumentazione di bordo e consolle artigianale

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]La plancia dell’Hilux, semplice e funzionale già di serie come si addice ad un veicolo destinato a impieghi gravosi, non è stata modificata ma integrata da attrezzature indispensabili per i raid fra cui un navigatore satellitare Garmin Montana, su supporto by Brunatti Off-Road Equipments, e un tablet Samsung 7” con staffa Ram Mounts mentre sopra la leva del cambio, nel tunnel centrale, sono stati alloggiati i comandi compressore, pompa travaso del serbatoio supplementare carburante e per stacco ABS.  Per riporre documenti e alloggiarvi la radio CB Midland Alan 100 Plus è stata realizzata artigianalmente una consolle da tetto in legno marino con spessore 11 mm fissata al cielo dell’Hilux con appositi rivetti.  All’impianto stereo originale di casa Toyota il precedente proprietario aveva aggiunto amplificatore, subwoofer e lettori dvd integrati nei poggiatesta dei sedili anteriori oltre ad un più grande e pratico specchietto retrocamera.  Volante, cinture di sicurezza e pedaliera sono quelle in dotazione di serie, sia sulle sedute anteriori che posteriori, rimaste comunque originali; per queste ultime si è optato (prima dell’acquisto dell’Hilux da parte di Marco) per  l’applicazione di un rivestimento su misura in pelle rossa che conferisce all’abitacolo del pick-up un tocco estremamente glamour anche per via del contrasto fra gli interni grigi e la nuance vinaccia del pellame.  I sedili anteriori sono stati infine rialzati con l’inserimento di uno spessore in duralluminio 3 cm inserito sotto le guide scorrevoli per garantire una miglior visibilità di guida anche nell’off-road più impegnativo.  Di fabbricazione home made la capiente consolle posteriore centrale con scomparti separati, costruita anch’essa in legno marino, dove trovano spazio (oltre a un kit di pronto soccorso e all’inverter Waeco 12 V da 800 Watt) anche uno specifico supporto per fissare il frigorifero Coolfreeze 35 litri sempre del marchio Waeco.  A completare l’equipaggiamento di sicurezza il proprietario ha deciso poi di installare un indispensabile estintore a fianco del cubby box artigianale posteriore a cui è ancorato tramite supporto.  Fra gli altri accessori da viaggio che equipaggiano l’Hi-Lux troviamo una rete in maglia porta-oggetti e abbigliamento fissata sotto il tetto, e un attacco gancio/sgancio rapido per l’impianto di aria compressa alloggiato sotto il sedile anteriore lato passeggero.
 

Allestimento esterno

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]Il paraurti anteriore originale di questo pick-up è stato sostituito con un front-bumper in duralluminio del peso di 30 kg prodotto dall’azienda portoghese AFN, decisamente più resistente e adatto ad affrontare anche l’off-road più estremo.  Dietro al paraurti, in posizione riparata, si è scelto di alloggiare il compressore Viair che assicura un’adeguata riserva d’aria per gonfiare gli pneumatici e svolgere gli altri classici servizi utili nel fuoristrada.  Dotato di tre attacchi gancio/sgancio rapido (installati nel cofano motore, sotto il sedile passeggero e sotto il paraurti posteriore) per agevolarne l’utilizzo, a completare l’impianto ci sono dei robusti serbatoi sottoporta realizzati dalla Brunatti Off Road che svolgono la doppia funzione di riserva d’aria e pedane poggiapiedi per salire/scendere più agevolmente dal pick-up.  Posteriormente, si è optato per lo smontaggio del paraurti in dotazione di serie e della relativa putrella non solo per una questione di funzionalità (con questo intervento si è infatti guadagnato nell’angolo di uscita) ma anche per l’estetica: sul retrotreno del pick-up, che ora si presenta come nella versione da lavoro, Ingiulla ha già comunque in programma di intervenire modificando la putrella per alloggiarla al posto dello spazio occupato precedentemente dal paraurti stesso.  Fiore all’occhiello di questo allestimento è sicuramente il tonneau cover in alluminio realizzato artigianalmente dalla Quad Bag ([Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]) di Andrea Bertinato & C. di Montecchio Maggiore (Vicenza): la copertura del cassone del pick-up, appositamente rialzata a filo del vetro posteriore, dotata di porta ruota di scorta, ha apertura posteriore a conchiglia e laterale per i comandi della doccia.  Sempre home made la realizzazione in legno marino spessore 11 mm dell’allestimento interno del cassone (affidato alla Falegnameria Vaccari di San Benedetto Val di Sambro – Bo – [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]) che si presenta con 2 vani laterali, 2 slitte centrali estraibili destinate a cambusa e a stivaggio di abbigliamento e accessori da off-road oltre che con un piano superiore d’appoggio per accessori da campeggio e  scala per la tenda.  Al fondo del cassone, subito dietro lo spazio cabinato, è stato invece alloggiato il serbatoio per l’acqua da 100 litri (uno di quelli da camper) abbinato a doccia e rubinetto a caduta esterno: anch’esso chiuso dalla copertura in alluminio zigrinato, può essere facilmente riempito tramite un doppio bocchettone posto in alto sul tonneau cover.  A completare l’equipaggiamento da viaggio dell’Hi-Lux non poteva mancare la tenda da tetto della Autohome, modello Columbus con guscio rigido, alloggiata su due barre della Rhino-Rack. 
 


Assetto Oram & Old Man Emu

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]Per ottimizzare il già robusto ed affidabile reparto sospensioni in dotazione di serie su questo Double Cab impegnato in lunghi raid fra Asia e Africa, il proprietario si è affidato all’azienda aquilana Totani Off Road che (per gli allestimenti da viaggio) è da anni fedele all’abbinamento Old Man Emu & Oram Sospensioni.  Nel caso specifico, per il posteriore, in sostituzione delle originali, sono state adottate delle balestre rinforzate OME modello Dakar, abbinate a biscottini ingrassabili che migliorano la maneggevolezza del 4x4, e delle molle elicoidali da carico Oram per l’anteriore che hanno rialzato l’assetto del pick up di circa 5/6 cm.  Dell’azienda australiana sono anche i quattro cavallotti rinforzati che trattengono il ponte, allungati rispetto agli originali poichè le balestre OME hanno più fogli di quelle di serie.  Per quanto riguarda invece gli ammortizzatori, si è scelto di montare dei performanti shock abosorbers Step 3 Oram caratterizzati da serbatoio gas in alluminio separato con regolazione idraulica di compressione che permette di indurire o ammorbidire la frenata in affondamento.  Nessun intervento di modifica ha interessato, almeno per il momento, la trasmissione di questo pick-up che rimane di serie.  A completare il reparto sospensioni sono state scelte delle BF Goodrich modello All Terrain nella misura 265/70 R16 montate su robustissimi cerchi in lega della Braid con offset +10.  Nel reparto sottoscocca si è invece intervenuti con l’installazione di una piastra di protezione per organi di trasmissione e di tiranteria della Duralblock con spessore 8 mm mentre lo spazio adibito di serie all’alloggiamento della ruota di scorta (tolta e riposizionata sulla copertura del cassone) ospita ora il serbatoio ausiliario del gasolio da 160 litri munito di pompa di travaso della N4 Offroad.
 






[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]




_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Tornare in alto Andare in basso
http://www.teamtoyota4x4.org
 
Articolo di Autoruote 4x4 su allestimento Hilux
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
TEAMTOYOTA4X4 :: TT4x4 UNBREAKABLE :: HILUX-
Andare verso: